Gastroparesi diabetica*

Usi Medici della Marijuana

Un effetto a lungo termine del diabete, in particolare del tipo che inizia all’inizio della vita (a volte indicato come giovane o diabete di tipo I), è il danno alle fibre nervose del sistema nervoso autonomo. Questo sistema controlla, tra l’altro, il tratto gastrointestinale e tre quarti di persone con diabete hanno sintomi gastrointestinali. Una sindrome comune è la gastroparesi diabetica (la parola significa paralisi dello stomaco), un disturbo in cui il cibo rimane nello stomaco a causa di un fallimento della peristalsi, la contrazione naturale e il rilassamento dei muscoli che lo muove. I sintomi risultanti comprendono gonfiore, dolore, nausea, vomito, senso di pienezza e perdita di appetito. Alcune gravi conseguenze sono malnutrizione e perdita di controllo sui livelli di zucchero nel sangue. I pazienti sono invitati a evitare cibi che rallentano lo svuotamento gastrico e prescritti per gli agenti che lo accelerano, come metoclopramide (Reglan) e cisapride (Propulsid). Nei casi più gravi viene tentato un intervento chirurgico. Nessuno dei trattamenti standard funziona particolarmente bene

Il seguente resoconto è stato scritto da un trentadenne che soffre di questa sindrome:

Nel 1963, quando avevo cinque anni, mi è stato diagnosticato il diabete mellito dopo essere caduto in un coma di tre giorni. Quando sono stato ricoverato in ospedale, il mio zucchero nel sangue era così alto che tutte le vene del mio corpo erano collassate. Da allora sono stato dipendente dall’insulina, ed è un miracolo che oggi vivo per scrivere questo. Il mio scopo è quello di informare altri diabetici circa un trattamento per una particolare complicazione diabetica.

Sono uno di quei diabetici che sono considerati “fragili” perché il mio zucchero nel sangue fluttua selvaggiamente e quasi in maniera incontrollabile. La conseguente scarsa circolazione del sangue e il danno del nervo (neuropatia) influenzano ogni parte del corpo, causando una miriade di sintomi. Quello che mi riguarda qui è la perdita di funzione nell’intestino che si verifica dopo molti anni per i danni ai nervi e alla circolazione. I muscoli del tratto gastrointestinale, specialmente lo stomaco, non sono in grado di spostare cibo. Si chiama gastroparesi diabetica. Il cibo rimane nello stomaco e l’accumuloe provoca acidità e nausea, che può portare al vomito. Se questo non viene trattato, può essere pericoloso per la vita. Lo zucchero nel sangue sale rapidamente a livelli pericolosi, e la disidratazione che ne deriva quasi sempre conduce all’ospedalizzazione per una settimana.

Questa condizione deve essere abbastanza comune poiché le aziende farmaceutiche fanno due farmaci specificamente progettati per trattarla, Reglan e Propulsid. Reglan è efficace ma molto sedativo. L’ho usato per otto anni e mi sento quasi come se avessi dormito in quegli anni. Mi ha anche causato perdite di equilibrio e contribuito alla perdita del desiderio sessuale. Il Propulside, che ho preso per circa due anni, non ha questi effetti collaterali, ma non è molto efficace, anche alla doppia dose che sto assumendo ora. Un altro inconveniente è il costo di 160 dollari al mese, che è una vera difficoltà per chi che vive su un reddito fisso.

Prendo il mio farmaco come prescritto, ma inoltre, quando posso, ho cominciato a fumare una piccola quantità di cannabis venti minuti prima di ogni pasto, di solito solo un paio di tiri da una pipa. Questo farmaco fuorilegge rende il farmaco prescritto più efficace. Il gonfiore, la nausea e la sensazione di pienezza vanno via, praticamente senza effetti collaterali. Per la prima volta dopo molti anni, posso sedermi a tavola e sentire voglia di mangiare (per capire cosa voglio dire, provate a sederti a tovola di nuovo dopo aver appena mangiato).

L’unico problema che ho con la cannabis è che la fornitura è inaffidabile ei prezzi di strada sono semplicemente ridicoli. La maggior parte del tempo non riesco a trovare o non posso permettersi di pagare questi prezzi.