Storia delle Cartine per Sigarette

Manuale del Rollatore Illustrato

Visita il Nostro Negozio di Articoli per Fumatori

La storia delle cartine è legata a quella delle Sigarette, in principio c’era solo il sigaro che consiste nell’arrotolare il tabacco in una foglia sempre di tabacco. Troviamo le prime sigarette nei quadri di Francisco de Goya: La cometa [ vedi dettaglio a sinistra ], La merienda en el Manzanares (Picnic sul fiume Manzanares) e El juego de la pelota.

I mendicanti di Siviglia [ Spagna ] raccoglievano da terra i mozziconi dei sigari lasciati dai signori, li arrotolavano in un pezzo di carta e li fumavano, l’usanza di rollare il tabacco nella carta divenne poi più popolare dopo la Guerra di Crimea [ 1851 ] quando i soldati inglesi impararono dai colleghi dell’armata Turco Ottomana a rollare il tabacco nella carta di giornale.

In questo periodo nascono le prime aziende: Rizla e Smoking che sono ancora i leader di mercato e le cartine si perfezionano.

Storia della Smoking Miguel y Costa Barcelona

 

Logo Smoking

Risalgono al 1725 i primi documenti che fanno riferimento a questa azienda. A quel tempo la famiglia Miquel fabbricava a mano la carta sul fiume Anoja. Circa 100 anni dopo cominciarono a specializzarsi in cartine per sigarette. Nel 1979 spostarono l’azienda a La Pobla de Claramunt e fondarono la MIGUEL Y COSTAS HERMAMOS. Nel 1929 l’azienda diventò società per azioni con il nome MIGUEL Y COSTAS & MIQUEL S.A. che è il nome dei giorni nostri. …Storia dal sito Smoking

I libretti di cartine per sigarette risalgono al 1800 e il marchio Smoking è stato introdotto nel 1924. Da allora hanno continuato con la ricerca e con la produzione di nuove cartine, Miguel y Costas producono cartine per molti altri marchi, alcuni aquisiti: Bambù, Skunk, Bob Marley, alcuni tipi per Gizeh/Mascotte. Producono anche la cartina con filigrana “Pure Hemp” che trovate un po’ ovunque – per es Hempire.

Storia della Rizla

Logo Rizla+

La storia comincia nel 1532, quando un francese Pierre Lacroix cominciò a fabbricare carta nella città di Angoulême. La leggenda racconta che in un giorno piovoso, Pierre barattò una cartina per una bottiglia di Champagne. Da questo momento comprese le potenzialità di questo commercio.

Solo nel 1736 François Lacroix acquista la prima cartiera e nel 1796 Napoleone concede la licenza per produrre le cartine per i soldati francesi.

Si dice che nel 1860 e 65, Pierre Lacroix finalmente perfeziono la formula usata per fare la carta utilizzando per la prima volta del riso. Da qui il nuovo nome “Riz La+”, combinazione tra le parole Riz [ riso in rancese ], La da La Croix e il + che in francese si dice appunto Croix. Le cose vanno così bene che a inizio 900 il prodotto è diffuso in tutta Europa e Stati Uniti.

Nel 1942 la “Riz La” acquistò il brevetto per applicare la gomma sul bordo della cartina confermandosi leader mondiale del settore, nel 1948 introdussero le “Rizla Green con Angoli Tagliati” che diventarono presto le cartine più diffuse in Gran Bretagna e poi in molti altri paesi.

Nel 1944 cambia ancora il nome che diventa “Rizla+”, che è in uso ancora oggi.

Nel 1978 Fernand Painblanc prende il controllo del gruppo Rizla International, segnado la fine della tradizione della famiglia Lacroix. Nel 1997, vende la Rizla all’ UBS e infine l’UBS – banca svizzera – vende all’Imperial Tobacco il primo produttore di tabacco di Inghilterra.

Solo negli ultimi anni la Rizla ha perso quote di mercato non riuscendo a competere con Smoking per qualità, varietà del prodotto.

Nel 2005 arrivano dal Brasile le cartine trasparenti aLeda e Glass Paper. Non sono una novità, circa ogni 10 anni vengono ri-proposte le cartine trasparenti perché esteticamente attraenti, ma, dopo un primo periodo di grande successo, il consumatore si accorge che le classiche cartine in carta sono più sottili e riguardo al sapore più neutre.

RAW e RAW Organic

Logo RAW Papers

L’ultima vera novità sono le RAW e le RAW Organic, una vera innovazione, le hanno copiate tutti: smoking brown, OCB virgin e Rizla Natural.

Il concetto è quello di utilizzare una carta meno processata e non sbiancata chimicamente. Le RAW classiche non sono sbiancate mentre le RAW Organic vengono sbiancate con la luce.

Visita il Nostro Negozio di Articoli per Fumatori

Commenta